domenica 8 febbraio 2009

Actarus... chi era costui?


Dedicato a Anna... ;))


Quelli della mia generazione lo ricorderanno, quelli cresciuti a pane e Goldrake, Jeeg Robot d'acciaio, Heidi e Candy Candy!

La prima puntata della serie TV in Italia è stata trasmessa nel 1978 (io ho visto quella!). La serie TV è tratta dal manga di Go Nagai dal titolo "Ufo Robot Grendizer".
Il protagonista del cartone animato è Actarus, alias Duke Fleed, un alieno proveniente dal pianeta Fleed, distrutto dalle maligne forze di Re Vega.
Proprio per sfuggire a Re Vega, Duke, impossessatosi del gigantesco robot Goldrake, fugge sulla Terra. Qui Duke viene accolto dal Dr. Procton che dirige un centro di ricerche spaziali e lo ribattezza Actarus (non so perchè).
Re Vega però continua a dargli la caccia e a voler conquistare il mondo, quindi Actarus si trova a dover combattere per salvare il pianeta, potendo contare sull'aiuto dei suoi amici Venusia e Alcor.
Quindi, le puntate sono tutte avventure di combattimento contro le forze maligne, che ovviamente si risolvono sempre bene per i nostri eroi.

Mi ricordo che era molto suggestivo come Actarus si metteva al comando di Goldrake: il robot era nascosto in un deposito sotto una cascata e Actarus vi accedeva guidando una piccola navicella lungo un cunicolo (la musica in sottofondo era troppo bella ed è la sigla iniziale o finale della serie tv giapponese), poi il disco volante di Goldrake sbucava fuori e la navicella si incastrava perfettamente ... subito dopo, il robot vero e proprio si sganciava dal disco (che non mi ricordo quale fine faceva!) ed era pronto per combattere.
Era un bel cartone (o sono io che lo ricordo così).
Molto belle anche le musiche, la sigla iniziale famosissima "mangia libri di cibernetica e insalata di matematica a giocar su Marte va" e le musiche "occasionali" durante il cartone oppure la sigla finale "Shooting Star". Si vede che avevo il disco??? ;))

Odio i combattimenti, ma qui si combatteva, in ogni puntata veniva bombardata come minimo una città... però non ricordo di aver mai percepito violenza vera e propria, non c'era alcuna scena impressionante... io percepivo solo il fatto che questo Actarus era buono e salvava la Terra dai cattivi mostri verdi, con le sue armi tremende come l'alabarda spaziale o il maglio perforante!!
Non guardo molti cartoni animati attuali, ogni tanto mi capita qualcosa sotto gli occhi... non so perchè ma i "nostri" cartoni secondo me erano meglio, forse meno curati graficamente, ma più belli!

3 commenti:

  1. Gli occhi dei bambini li vedono migliori di quello che sono, poi ci metti la nostalgia degli adulti ed il mito si evolve.
    A me succede sempre che quando vedo un cartone o un telefilm dei tempi miei (Sanford e son, ape Magà, Remì, ma anche Goldrake) resto deluso.
    Gli unici che non mi hanno deluso sono Lamù (che è BONA anche adesso) e Megaloman :-)

    RispondiElimina
  2. Davvero Megaloman non ti ha deluso? io non lo vedo da un paio di decenni, ma mi sa che mi cadrebbe un po' dal cuore (anche se lo adoravo) con pacchianate come la fiamma di Megalopoli!!
    A me ha deluso molto, quando ho rivisto qualche puntata un paio di anni fa, "Mark l'uomo di Atlantide"... Tutto il resto non lo vedo da quando avevo cinque anni e mangiavo la pastina con il formaggino mentre c'era Goldrake!! (hai ragione... la nostalgia degli adulti!)

    RispondiElimina
  3. Purtroppo (o per fortuna) pure io ho visto la serie del 1978... Non è stato uno dei miei cartoni preferiti ma solo perchè la rete che lo trasmetteva non veniva sintonizzata bene sul mio televisore. Ricordo soprattutto questo...
    In quanto alla violenza, ritengo meno violento Ken il Guerriero di Tom and Jerry. Il discorso è parecchio lungo, ma ciò che mi disturba non è tanto la violenza, quanto la gratuità della stessa.

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!