martedì 19 maggio 2009

Storie di ordinaria follia II

Immagine, a mio parere bellissima, presa da tumblr.


Mi trovavo in attesa in una stanza, da sola.
Ad un certo punto mi si era avvicinato un ragazzo alto, biondo, dai lineamenti perfetti e occhi azzurro cielo. Bellissimo.
Mi ero bloccata, mentre lo guardavo attraversare la stanza e dirigersi a passo fermo verso di me. Qualcosa nei suoi occhi mi diceva che c'era qualcosa di strano: non sembrava avere uno sguardo normale... no, i suoi occhi sembravano spenti.
Ero rimasta immobile come una statua, attenta ai suoi movimenti, spaventata.
Non sapevo quale fosse il comportamento da tenere: di fronte avevo un ragazzone che avrebbe potuto anche farmi male se lo avesse voluto. E anche se pensavo che non fosse probabile che quel ragazzo volesse farmi male, ma non potevo escluderlo del tutto.
Quando era arrivato a pochi centimetri da me e stava protendendosi per abbracciarmi, qualcuno era arrivato e lo aveva chiamato.
Lui si era fermato, guardandomi fisso, come indeciso, con le braccia ancora protese.
Io avevo tirato un sospiro di sollievo e poi qualcuno mi aveva spiegato.
Era il compleanno del ragazzo dagli occhi spenti e lui si era avvicinato soltanto perché voleva un bacio da me, voleva che gli facessi gli auguri.
Sentendomi parecchio stupida per le paure che avevo covato, commossa, mi ero fatta abbracciare.



Per lavoro mi capita di frequentare residenze per malati psichiatrici. Non sono un medico, non interagisco con loro di solito. Solo, ogni tanto, mi capita di parlare con qualcuno di loro. A volte ne ho un po' paura. Altre volte no. Spesso basta poco per fare felice qualcuno che vuole solo parlare, come la signora I. che una volta mi ha raccontato tutta la sua vita a partire dalla seconda guerra mondiale, oppure che vuole solo un abbraccio, come B. qui sopra che voleva un bacio sulla guancia per il suo compleanno, oppure come A. che voleva una foto di Cicciolina, o ancora come GianB. che vuole solo darmi un bacio sulla guancia per salutarmi quando mi vede.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!