martedì 21 luglio 2009

Assurdità brevettate (3)

Da anni sono iscritta ad una mailing list di Punto Informatico che, ogni nonricordoquanti giorni, mi invia il link a tre siti selezionati perché interessanti.
Oggi, tra gli altri, mi hanno segnalato questo:

FOLLI BREVETTI Per ridere sui brevetti piu' assurdi realmente richiesti e concessi (ma solo negli Stati Uniti). URL: http://www.totallyabsurd.com/archive.htm

Scoprire le follie della gente in giro per il mondo è una cosa che mi affascina, quindi mi inoltro...

Non a caso, data la mia lotta quotidiana e costante nel tempo, con il cibo e la bilancia, mi imbatto subito nella Anti-Eating Mouth Cage, che, a guardarla bene, è una museruola a tutti gli effetti, tipo quella di Hannibal Lecter (the cannibal) nel Silenzio degli innocenti. Con tanto di lucchetto.
The Mouth Cage is designed to allow you to breath and speak but not eat due to the food barrier that's mounted on your face. Just in case you are temped by that perfect pie that's calling out to you, the Mouth Cage is actually locked onto your head, so you can't cheat the system.
Terribile... per quanto questa cosa mi possa tornare utile (molto utile, data la mia golosità senza limiti), non potrei mai e poi mai mettere una cosa del genere, che oltretutto mi ricorda in maniera incredibile l'apparecchio ortodontico che ho dovuto mettere per qualche anno anche quando uscivo (considerata l'età preadolescenziale, l'unico posto dove andavo era la scuola... divertente essere guardata dai compagnetti come una specie di alieno con dei ferri che escono dalla bocca e una cuffietta a tirarli da dietro, soprattutto a quell'età).

Scorro diverse invenzioni assurde, ma un'altra mi colpisce perché potrebbe servirmi pure questa.

E' il brain buzzer.
Non sono estranea ad addormentarmi in diversi contesti, anche quando non sarebbe appropriato.
Come ad esempio davanti al computer in ufficio alle ore 15, dopo una notte brava... Oppure, non dimenticherò mai che una volta, in pizzeria, quando ho conosciuto mio marito, mi sono addormentata sul tavolo, appoggiata delicatamente alla spalla di una mia amica (che dormiva pure lei)... in effetti, questo era successo perché avevo bevuto del vino, che non reggo assolutamente: basta un bicchiere e l'effetto sonno profondo è assicurato.

In questi momenti, o tanti altri, ad esempio al cinema al secondo spettacolo... ma chi ci riesce più a stare sveglia?

Mi chiedo come facevo, parecchi anni fa, ad uscire ogni sera verso le 23, tornare alle 2 e alzarmi alle 7 per andare a lavorare... forse sto ancora recuperando il sonno perduto in quel periodo.


Comunque, in tutti i casi di sonno comatoso in momenti e luoghi inopportuni, ci vorrebbe proprio un affarino che, messo in bocca, ti sveglia immediatamente perché, se morsicato, trasmette una vibrazione che arriva dritto al cervello. Di sicuro servirebbe anche a quei signori della foto che dormono a oltre 200 mt di altezza. Non so perché, il brain buzz non mi ispira affatto comunque.


Deliziata da queste scoperte, qui mi fermo, lasciando ad altri il piacevole compito di scoprire tante cose utili.



6 commenti:

  1. La cosa più assurda è che qualcuno questa roba la mette anche sul mercato e ancora più assurdo, qualcuno la compra! Mmm... Devo inventarmi qualcosa...

    RispondiElimina
  2. Sono entrambi oggetti mostruosi.
    Mi fanno venire i brividi solo a guardarli.
    Spero non ci sia nulla di recondito e contorto nella tua psiche per aver posto alla ribalta proprio questi due ordigni. :)

    RispondiElimina
  3. @Roby: se vai su quel sito ti dice che ci sono prodotti che sono andati davvero sul mercato (tipo il pannolino per i cani e cose così!!) e altri, tra cui questi due che invece sono "solo" brevettati ma non sono in vendita (devo dire che non mi stupisce...).

    @CyberLuke: il fatto che io abbia posto alla ribalta proprio questi due, ad un'attenta rilettura, in effetti, mi fa proprio rabbrividire... :))

    RispondiElimina
  4. quella di addormentarti di botto è una prerogativa che ti accompagna fin dall'nfanzia...ricordi quando una tua amichetta restò sconcertata dal fatto che ti eri addormentata mentre giocavate ed erano solo le 9 di sera?

    RispondiElimina
  5. @dess: sì, me lo ricordo... :))

    RispondiElimina
  6. Anche mia madre si addormenta al cinema, dopo pranzo e cena se si siede un attimo è finita. Quando ero piccola e mi portava dal dentista si addormentava sempre in sala d'attesa e quando finivo l'assistente la doveva sempre svegliare! Dice che l'odore di disinfettanti che c'era lì la faceva dormire. Boh

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!