giovedì 16 luglio 2009

Where the hell is Matt?

L'amico che ora si trova lontano un sacco di chilometri, una volta, mi ha fatto vedere un video di un tale che ballava, in maniera un po' buffa, in località di tutto il mondo. Questo tale, un po' matto, ballava da solo o con rappresentanti della popolazione locale. In sottofondo, c'era una canzone bellissima.
La prima cosa che ho pensato, quando ho visto il video, è stata che questo insolito ballerino fosse un folle, la seconda cosa che ho pensato, invece, è stata "Lo vorrei fare pure io".
Lo vorremmo fare in molti, credo.



Il senso di libertà e di appartenenza ad un'unica comunità che si respira nel video (a cui si aggiunge la musica stupenda) sono le cose che mi hanno colpito molto e che mi fanno commuovere, ogni singola volta che lo guardo. E lo guardo parecchio.


WHERE THE HELL IS MATT?

6 commenti:

  1. Questo è il genere di cose alle quali mi dedicherei h24 se non avessi bisogno di venire a lavorare cinque mattine la settimana.
    Il video, in effetti, richiama esattamente le suggestioni che hai descritto.
    E mi fa credere che il mondo, dopotutto, sia un bel posto.

    RispondiElimina
  2. Già... e pensa che questo tizio è stato pure pagato per fare questa cosa!
    C'è scritto nella pagina "About me" del suo sito... che un video di lui che balla, fatto per giocare, si è diffuso su youtube ed è piaciuto tanto da attirare l'attenzione di non so chi, che gli ha chiesto di farlo a pagamento...
    Quindi, potrebbe capitare anche a noi!!
    Ho delle capacità danzerecce molto poco sviluppate e un mio balletto potrebbe essere ancora più buffo del suo... quasi quasi adesso mi faccio fare un filmino e lo metto su youtube... non si sa mai!! :))

    RispondiElimina
  3. Grande! :D
    Se lo fai, ti appoggio in pieno e ti faccio una super-propaganda sul mio blog.

    RispondiElimina
  4. Che bello! L'avevo proprio dimenticato sto video! :)

    RispondiElimina
  5. @CyberLuke: grazie... ci penserò! :))

    RispondiElimina
  6. ... decisamente il pensiero che il tutto ora sia fatto dietro compenso ha disturbato anche me all'inizio ma per fortuna basta saltare il finale del video ed apprezzare solo quello che si vede.... e si sente....
    Fare finta di non sapere a volte è decisamente positivo...

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!