lunedì 7 settembre 2009

Libri delle vacanze


Nel mese di vacanza, ho potuto dedicare molto tempo ad una delle mie occupazioni preferite: la lettura. Ho letto molti libri, quasi tutti molto belli e di alcuni voglio parlare qui.

Un libro che mi ha colpito molto, prestato dalla vicina di ombrellone Manuela che me lo ha consigliato caldamente, è "
Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte". E' veramente un bel libro, scritto in prima persona da un ragazzo autistico, che indaga sull'uccisione del cane della vicina di casa. L'autore non soffre di autismo, è uno scrittore britannico, ma il libro è scritto calandosi molto bene nella mente di qualcuno che soffre di questa patologia (per quanto ne posso sapere, avendone letto e visto in film, come "Rain Man").
La matematica non è come la vita perché nella vita non esistono risposte chiare e dirette.

I cani sono fedeli e non dicono bugie perché non sanno parlare.


"
La biblioteca dei morti" è un thriller di cui non avevo sentito parlare, che ho comprato perché il titolo mi piaceva molto e che non ha deluso le mie aspettative. La trama, che ha per oggetto una strana biblioteca, è incentrata su una serie di omicidi che hanno come comune denominatore il fatto che le vittime, prima di morire, ricevono una cartolina con disegnata una bara. Io non ne avevo sentito parlare, poi ho scoperto che si trattava di un caso letterario, già segnalato su diversi siti, mesi fa.

"
Memory" è un thriller di Nicci French. Avevo letto un altro thriller di questi autori (il nome è uno pseudonimo, in realtà sono due persone che scrivono insieme) che però non mi aveva colpito, ma ho deciso ugualmente di comprare questo. La scelta si è rivelata ottima e il libro mi è piaciuto moltissimo. La storia ha origine dalla scoperta dei resti di Natalie Martello, scomparsa molti anni prima. Jane, la protagonista, era molto amica di Natalie e decide di fare chiarezza sulle circostanze della sua morte.

"
Dance dance dance", anche questo prestato da Manu. Non è un libro facile. Molto più di tanti altri, deve essere letto con lo spirito "giusto". Altrimenti rischia di sembrare insensato. Perché non è un romanzo e basta. E' qualcosa di più. E' la storia di un trentenne alla ricerca di qualcosa - di se stesso - e che, nella sua ricerca, si imbatte in diverse persone che contribuiscono al suo ritrovarsi. Una storia con un tocco di paranormale e di qualcosa che alla fine è rimasta un po' misteriosa, elementi che hanno contribuito a rendere questo libro, per me, molto fascinoso.

"
La rabbia degli angeli", consigliato da Vally, così come altri di Sidney Sheldon. L'autore, uomo, era bravissimo a scrivere storie di donne dalla vita complicata e questa è una delle migliori. La protagonista, Jennifer, è un avvocato che si trova a dover fronteggiare un potente mafioso, impelagandosi in loschi affari. E, in mezzo ai loschi affari, una storia d'amore. Anzi due.

"
La somma dei giorni", nel quale Isabel Allende racconta la sua storia dalla morte della figlia Paula ai nostri giorni. Lo stile è sempre quello, il suo: episodi, raccontati con semplicità e simpatia.

Per ora mi fermo, probabilmente riprenderò questo post per aggiungere altri libri.


5 commenti:

  1. Ammazza quanto leggi, Fra!! :-)

    RispondiElimina
  2. Leggere è il mio passatempo preferito... praticamente non ho fatto altro per un mese.
    Questi sono quelli che mi sono piaciuti di più... :))

    RispondiElimina
  3. Cavoli, non ne ho sentito nominare uno! Sono anch'io stupito da quanto hai letto! Sei anche su Anobii, vero?

    RispondiElimina
  4. Ciao Roby... sì, anche su Anobii (registrata come fradig)...

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!