venerdì 9 ottobre 2009

L'educazione. Questa sconosciuta.


Generalmente mi tengo lontana da qualunque discorso di politica.
Non sopporto la gente che si scanna per la politica (e anche per il calcio, ma questo è un altro discorso).
Questa mia intolleranza per chi si odia per motivi del cavolo, trova la sua origine non solo nel mio modo di essere in generale, ma in un evento accaduto tanti anni fa, quando di politica mi interessavo molto meno di adesso.

Un sabato sera ho fatto una festa in campagna.
Ero totalmente consapevole del fatto che molti dei miei amici erano politicamente schierati da una parte, ma questo non mi ha impedito di invitare altri amici politicamente schierati dalla parte opposta.
Ingenuamente avevo pensato che tutto ciò non avesse alcuna importanza (per me non l'aveva allora, non ce l'ha adesso e non l'avrà mai), ma quello che è successo mi ha fatto stare parecchio male.
E' successo che il gruppo di quelli che erano politicamente schierati dall'altra parte non è sceso nemmeno dalla macchina, se non per prendere le cose da mangiare e quando mi ha salutato ha fatto qualche battuta (che non ho apprezzato) sugli altri miei amici.
Ritengo che se ad essere in minoranza fosse stato l'altro gruppo sarebbe successa la stessa cosa, quindi non
ha importanza chi stava di qua o chi stava di là.

Anche adesso, chi sta
di qua o chi sta di là non ha nessuna importanza.
Qua non si parla di idee politiche, si parla di educazione. Di rispetto tra esseri umani. Anzi, non voglio nemmeno parlarne. Lascio la parola al video.


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!