lunedì 4 gennaio 2010

Elettrodomestici ribelli

Oggi c'è stata la rivolta degli elettrodomestici (questa cosa mi ricorda Camion, un racconto di Stephen King... ma spero che non succeda proprio la stessa cosa!)... ad un'amica si è rotta la macchinetta del caffé, ad un'altra la caldaia e a me è impazzita la lavatrice.
Non si è rotta... è impazzita. L'ho caricata e ho atteso che finisse, cazzeg... ehm... navigando beatamente su internet. Siccome ho usato un programma che non conoscevo, non sapevo quanto dovesse durare... sì, lo so che nel libretto di istruzioni - che, stranamente, so perfettamente dove si trovi - c'è scritto... comunque, non ho controllato e, semplicemente, ho atteso.
Dato che la mia lavatrice dice di essere di classe A, ma che le sue lavate durano non meno di due ore e mezza, non mi sono preoccupata molto quando si sono fatte le tre (che significava almeno tre ore di lavaggio), se non fosse per il fatto che dovevo uscire e non volevo lasciare la lavatrice in funzione. Verso le quattro, ormai con una fretta quasi indiavolata, ho allertato il marito, volendo assicurarmi di non essere eccessiva a preoccuparmi se il lavaggio stava durando quattro ore.
No, non ero eccessiva. Accertato questo, ho spento la lavatrice, temendo di trovare la biancheria distrutta, bruciata o chissà che... E invece... Invece di trovare le felpe nuove del marito a brandelli, ho trovato la biancheria praticamente quasi asciutta. E questo è stato un bene, alla fine, perché stava quasi piovendo e ho dovuto stendere dentro. In ogni caso, mi sembra che questo comportamento della lavatrice non sia tanto normale, anche se un'asciugatrice costa parecchio e se la mia lavatrice si è trasformata in una lava-asciugaTRICE posso essere solo contenta. Ma qualcosa mi dice che le lavatrici non si trasformano.

La lavatrice era nuova...è importante specificare, non che l'abbia comprata ieri, ma considerando la vita media di una lavatrice, posso anche usare questo aggettivo.
Non ho proprio fortuna con le lavatrici... alle persone normalmente fortunate con gli elettrodomestici una lavatrice dura anche quindici anni. A me la prima è durata tre anni e la seconda due. E non è che le avevo comprate al mercato o in un tuttomille... erano entrambe di marca buona.
Su questa cosa della marca buona, che spesso buona non è affatto, potrei portare diverse esperienze, ma mi limiterò all'ultima in ordine di tempo. Nemmeno un anno fa ho comprato un paio di stivali di marca parecchio buona, nemmeno un paio di mesi dopo si è rotta la zip. Il calzolaio ha commentato il fatto, sostenendo che la maggior parte delle scarpe che lui aggiusta sono quelle di marca buona (ha citato addirittura delle marche troppo buone - e costose - che io non mi sogno nemmeno di comprare). Gli altri stivali, che possiedo di marca decisamente meno buona, durano chi da cinque anni, chi da sei, chi da otto.
Just saying.

6 commenti:

  1. Bentornata!
    Voelvi farci preoccupare?... Non è che ora vieni rifagocitata dall'aspirapolvere o da qualche altro elettrodomestico maligno?

    RispondiElimina
  2. @Cyber: spero di non essere fagocitata!! :))
    Senti... secondo te questo commento qua sopra è un trucco? direi di non cliccare su quei puntini di sospensione...

    RispondiElimina
  3. Traducendo con google:

    Solo un talento straordinario, ma con perseveransa insolita del popolo, rimettere tutto

    Immagino che chi l'ha scritta abbia messo ideogrammi a caso, o forse c'è un messaggio che non mi arriva. Comunque io non ci clicco! ^^

    Simone

    RispondiElimina
  4. Fifoni.
    Io ci ho cliccato... ed è solo un sito di teenager gaipponesi... molto vestite, se è questo a cui state pensando. :D

    RispondiElimina
  5. @Cyber: grazie per esseri immolato per noi... vedere tutte queste giapponesi tanto vestite deve essere stato pesante! :))

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!