martedì 1 giugno 2010

Il signor M.? Non sono io.

C'è qualcuno, che probabilmente deve molti soldi a un paio di persone, che ultimamente se la ride alle nostre spalle. Infatti, da ormai quasi un anno, il nostro numero telefonico è parecchio gettonato tra i creditori e i legali dei creditori di un certo signor M. che abita in Via C.

Pare che questo signore - che di seguito chiamerò, per praticità e veridicità, saltafossi - abbia dato il nostro recapito telefonico come riferimento, quando noi lo avevamo già da un paio di anni... immagino che risate deve essersi fatto saltafossi quando ha deliberatamente dato un numero sbagliato, suppongo immaginando già che non avrebbe pagato un sacco di debiti.
Quando ricevevo queste telefonate, all'inizio, mi limitavo a dire: "Mi spiace, ha sbagliato numero".
Dopo un paio di telefonate, ho capito che tutti questi non sbagliavano numero e allora ho cominciato a dialogare con questi signori, prima operatori di call center, poi direttori di istituti di credito, poi legali...

Dapprima scherzando simpaticamente su saltafossi che se la ride, mentre nessuno gli rompe le scatole per riscuotere i debiti, poi un po' incavolata per la rottura di palle, intimando ai vari signori di cancellare questo numero dai loro elenchi, dato che io non sono saltafossi... sentendomi pure dire che loro hanno questo numero e io potrei pure essere saltafossi (o magari verosimilmente sua moglie o sua figlia) e inscenare il teatrino a loro uso e consumo, per quello che loro ne sanno.
Alla fine, adesso, quando telefonano i vari legali, ci facciamo quattro risate e, dopo aver assicurato (ve lo giuro!!) che io non conosco saltafossi e che non abito nemmeno nella sua via, ribadisco a tutti "Tanto avete finito di rompere, tra un paio di settimane trasloco e non trasloco anche il numero di telefono!".
Comunque, mi sono sempre chiesta una cosa... tutti questi creditori cercano saltafossi da oltre un anno senza trovarlo... appurato che il numero telefonico non è il suo (e potrebbero pure controllare sull'elenco telefonico), considerato che hanno il suo indirizzo, perché non andarlo a cercare a casa o, al limite, inviargli una raccomandata con ricevuta A/R, oppure direttamente i Carabinieri, invece di rompere le scatole a me?!

4 commenti:

  1. Pigrizia?
    Il secondo peccato veniale dell'umanità, dopo la Vanità.

    RispondiElimina
  2. Le agenzie recupero crediti procedono non molto diversamente da qualunque call center. Viene aperta una pratica, che ogni volta passa a un operatore diverso, spesso uno con contratto stagionale che neppure conosce il lavoro... il resto viene da se.

    RispondiElimina
  3. ... oppure nemmeno nome e indirizzo erano giusti ...

    RispondiElimina
  4. un legame karmico vi ha unito!!! :D

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!