mercoledì 24 febbraio 2010

Cosa ne penso di - Diverso da chi?


L'altro giorno ho comprato questo DVD perché ne avevo sentito parlare bene da un'amica, in più stimo molto l'intero cast, che, oltre Luca Argentero, Filippo Nigro e Claudia Gerini - presenti in questo collage -, comprende anche altri due attori che stimo molto che sono Antonio Catania e Giuseppe Cederna. Oltretutto, questi ultimi due insieme non possono non farmi pensare ad uno dei film italiani più belli (per me) che è Mediterraneo.
Mi sono piaciuti comunque tutti in questo film, anche quelli di cui non so il nome e credo sia uno dei film italiani più carini che abbia visto nell'ultimo periodo.

E' una commedia che parla essenzialmente di gay e di politica.
Non ho idea del successo che abbia avuto questo film, ma spero ne abbia vuto molto, perché secondo me tratta questi due temi in modo molto efficace e divertente.
Luca (Piero) e Filippo (Remo) interpretano una coppia omosessuale. Piero è un politico, canditato sindaco. A sconvolgere la loro vita tranquilla di coppia, arriva Adele (Claudia Gerini) - una collega - di cui Piero si innamora, ricambiato. Ed entra in crisi, perché comunque è gay e ama Remo.

Amo questi attori.
Non riesco a pensare che Luca Argentero è emerso, grazie ad una trasmissione che odio profondamente che è Il Grande Fratello (ma suppongo si sia sufficientemente "riabilitato"!! :) ) e credo che Filippo Nigro qui sia semplicemente strepitoso.
Ho trovato davvero belle le scene di Filippo e Claudia insieme.

Citazione dal film - Remo a Piero:
"Non mi importa se è una donna, un cammello o un alieno... ti sei innamorato di un'altra persona"

venerdì 19 febbraio 2010

Signora, ma lo sa che da oggi può smettere di pagare il canone Telecom?

"Noi ci siamo felicemente liberati del canone Telecom già da oltre cinque anni", di solito rispondo così - o con qualche variante di questa frase - a chi telefona, quasi quotidianamente, prospettandomi la sensazionale opzione che cambierà la mia vita: "Signora, ma lo sa che da oggi può smettere di pagare il canone Telecom?".

Proprio questa mattina, ha chiamato una signora che aveva una voce non sgradevole in sé, ma aveva un'impostazione chiaramente forzata e tremendamente fastidiosa.
Sono quasi certa che qualcuno le avrà pure fatto un corso di formazione su come impostare la voce per vendere.
Se le hanno fatto un corso, ci sono due possibilità:
1) il docente era un idiota;
2) la signora durante il corso chattava con l'amante.

Ora, io non sono una venditrice e vendere è una cosa che non so fare e che odio fare, ma sono certa che non puoi proporti alle persone, cantilenando in maniera fastidiosa e sperare che quelle ti stiano ad ascoltare e che comprino, pure!

Mi viene in mente che una mia amica mi ha parlato di un corso di dizione e sviluppo della voce, tenuto da questo gruppo di persone.
Personalmente, l'argomento mi interessa molto e prima o poi lo farò un corso del genere.
Sono certa che molti pensano che queste sono str@#%ate, ma almeno quelli che hanno rapporti con il pubblico dovrebbero un po' curare il loro modo di parlare... magari è eccessivo pensare che debbano saper distinguere le vocali aperte da quelle chiuse, ma almeno dovrebbero evitare l'uso del dialetto, non mangiarsi le parole ed evitare le cantilene.
A parte, ovviamente, che dovrebbero pure essere educate, ma questo non lo si impara con un corso.

Non se la prenda chi lavora in un call center: non ce l'ho con voi, ci ho lavorato pure io...
Partendo dalla telefonata - una delle diverse che ricevo settimanalmente da qualunque operatore telefonico -, ho solo fatto una considerazione sull'uso (sbagliato) della propria voce come strumento di vendita.


martedì 16 febbraio 2010

Etna e dintorni

video

Questo video è dedicato a Marco.
Le foto sono tutte sue e tutte scattate sull'Etna, quasi tutte sul versante di Nicolosi.
La canzone è Fragile di Sting, che ci sta benissimo con le immagini (secondo me).

Allora è davvero famoso il carnevale qui!

Non potrebbe fregarmene di meno del carnevale, onestamente.
Pur abitando in un paese che a quanto pare, in tal senso, è pure rinomato, evito ogni occasione di imbattermi in carri, gente in maschera e scherzi...
Mi viene in mente che da piccola, andava di moda comprare la polverina per starnutire (chissà cosa ci ficcavamo nel naso!), oltre la schiuma (che ho sempre odiato), le fialette puzzolenti e il finto pacchetto di Brooklyn, che ogni volta che provavi a prendere una gomma, una molla scattava pizzicandoti malamente il dito.
Wow, che divertimento!
Dicevo che qui il carnevale pare essere rinomato... ne ho avuto la conferma poco fa.
Ha suonato il telefono e una signora mi ha chiesto se abito in questo paese in cui abito, dicendomi che, essendo di un'altra città a oltre 100 km da qui, ha fatto un numero a caso - con il prefisso della mia zona - per sapere che tempo c'è qui oggi e se passano i carri.
Poverina... la signora non avrebbe potuto beccare peggior informatore...
"ehm, signora... mi dispiace, ma io non sono interessata al carnevale... non ho proprio idea se passano i carri e poi qua sta quasi per piovere..."
Dato che mi sono dispiaciuta di non aver saputo dire nulla di più a questa signora, ansiosa di venire a vedere la sfilata, mi sono sentita in dovere di cercare su internet il numero di un bar molto famoso qui e dirgli di contattare loro, che, di sicuro, lo sanno se oggi passano i carri.

We are the world

Venticinque anni dopo...
We are the world - remake for Haiti

martedì 9 febbraio 2010

Cosa ne penso di - LOST


WARNING: SPOILER!!!
(se non sai cosa significa, prima di proseguire leggi qui)

Pensieri sparsi su Lost
subito dopo una full immersion nella quinta serie e nei primi episodi della
sesta
- questo post contiene molti spoiler -



Viaggiare nel tempo è qualcosa che mi incuriosisce sin da quando ho visto "Ritorno al futuro" per la prima volta.
Quando ho guardato la prima puntata di Lost, non avevo idea di cosa fosse: stavo solo seguendo il (buon) consiglio di una (buona) amica.

Già dal primo episodio sono rimasta totalmente affascinata da Lost. E allora ho guardato quattro serie in una settimana, facendo i conti con:
1) problemi con la lingua... ho guardato tutto lo show in inglese senza sottotitoli, ogni tanto con sottotitoli in giapponese - ovviamente totalmente incomprensibili per me! - non tanto per scelta personale, anche se preferisco di gran lunga guardare film e telefilm in lingua originale (però i sottotitoli, soprattutto in inglese non è che mi facciano proprio schifo), ma proprio perché allora, in streaming, trovavo solo episodi in inglese;
2) sonno... ho guardato una settantina di episodi in pochissimi giorni, continuando comunque a svolgere la mia vita regolarmente (ciò significa che ho guardato questi episodi soprattutto di notte);
3) problemi random di connessione... le leggi di Murphy non perdonano, così se stai morendo dalla voglia di sapere che fine ha fatto Claire che è sparita nell'episodio che hai appena finito di guardare, di sicuro ci sarà un rallentamento improvviso della connessione e a) guarderai una puntata di 40 min in tre/quattro ore, con gli occhi che si chiudono e il livello di comprensione delle misteriose assurdità che costellano la sceneggiatura pari a quello di un bambino di quattro anni (ricordiamo che stai guardando in inglese, che non è la tua lingua originale e di notte) o b) manderai il computer e soprattutto la connessione a farsi benedire e te ne andrai a dormire, sognando Claire.

Comunque, dopo un breve periodo in cui parlavo di Lost con chiunque, me ne sono dimenticata (non proprio, ma c'era tutta una stagione televisiva da aspettare che trasmettessero la quinta serie in America e qui eravamo ancora all'inizio della quarta). E ho perso tutta la quinta serie.
L'altro giorno, un mio amico di blog che mi ha ispirato più di una volta (grazie Cyber!), ha scritto qualcosa su Lost nel suo blog e la mia ossessione per Lost è tornata, scavando la sua strada nel mio cervello in mezzo alle altre ossessioni del momento. Così ho guardato tutta la quinta serie e i primi due episodi della sesta in pochissimi giorni (notti).
E adesso, eccomi qua, più Lost-obsessed che mai.
E questa volta partecipo pure a discussioni su facebook, perdendomi in mezzo alle teorie su questo folle e grandioso Tv Show.

Ecco i miei Lost pensieri e/o domande random
(SPOILER - non leggere se non volete sapere, benvenuto a chi vuole contribuire alla lista di domande o risolvere qualche mia perplessità).
1) Continuo a non capire chi sia Jacob e perché Ben e John lo hanno ucciso
2) durante il secondo volo 815, sono abbastanza sicura che Jack sappia qualcosa
3) Che ci fa Desmond Hume sul volo 815? Penso che sia un'allucinazione o un dejua vu di Jack
4) Mi piaceva Sawyer con Juliet e il suo essere maturo con lei, decisamente cresciuto
5) Non mi piace il Jack che lascia che le cose accadono, preferivo il Jack che prendeva in mano la situazione e tentava sempre di salvare tutti
6) Non so perché abbiamo fatto morire Juliet e spero che in qualche modo la riportino in vita (quando stava tra Jack e Kate non la potevo soffrire, ma tutta mogliettina con Sawyer era un'altra cosa)
7) Penso che ci siano due realtà parallele: nella prima loro sono ancora sull'isola e nella seconda non è mai successo nulla di tutto quello che ci hanno fatto vedere in 6 stagioni
8) Che diavolo vuole Charles Widmore?!
9) Che fine ha fatto Claire nella quinta stagione?
10) C'è qualche possibilità di vedere Charlie di nuovo? Se no, perchè ha fatto un'apparizione al Comic Con '09?
11) Quando ho visto la scena del volo 815 (nella realtà parallela), ho pianto quasi tutto il tempo
12) Dato che, come ho detto all'inizio, non ho capito chi è Jacob, non so se Sayid è il nuovo Jacob, come molti dicono
13) Mi è piaciuto molto lo sguardo tra Jack e Kate quando lui sta per buttare la bomba
Ultimo pensiero) Sono abbastanza certa che la conclusione di Lost non sarà un happy ending - credo che loro siano tutti morti nella realtà dell'isola e, siccome il destino è destino, moriranno anche nell'altra realtà.



Qualche citazione che mi ha fatto sorridere
"A 12 year old Ben Linus just brought me a chicken sandwich... How do you think I'm doing?!" (Sayid to Sawyer)
"... now the only ones who are here to help us are a murderer and a guy who can't seem to remember how the hell he got out of a coffin" (F. Lapidus to Sun)
"You expect me to stay here with the mad scientists and Mr. I speak to dead people and Jin who''s a nice guy but not the greatest conversationalist" (Sawyer to Juliet)
"I was happy, too, Jack... for a while, anyway. Then I saw Charlie. He likes to sit with me on the bench out on the front lawn. It's pretty cool, actually" (Hugo to Jack)