martedì 16 agosto 2011

Lemon tree





Non ricordo quasi nemmeno più come era abitare in una casa diversa da quella in cui vivo adesso.
Però queste foto di addio, fatte a casa vecchia, mi trasmettono delle belle sensazioni.
Quel limone, estremamente rigoglioso e assai prolifico, è lì da parecchi anni ed è sopravvissuto ad un lungo abbandono, prima che ci arrivassimo noi.
Non ho il pollice verde, non parlo alle piante e di solito non mi lego sentimentalmente ad esse, ma forse quel limone è una delle poche cose che mi è dispiaciuto lasciare.
Che ne avranno fatto del limone i nuovi abitanti?
Spero tu sia ancora vivo.


Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo. Noi li abbattiamo e li trasformiamo in carta per potervi registrare, invece, la nostra vuotaggine.

Trees are poems the earth writes upon the sky, We fell them down and turn them into paper, That we may record our emptiness.

Kahlil Gibran

(grazie Mark)


8 commenti:

  1. il cortiletto era molto carino...a me piaceva anche la casa....

    RispondiElimina
  2. I limoni non ci chiedono il permesso di proseguir la crescita e mentre noi adiam via si donano ai prossimi visitatori...
    Molto bello

    RispondiElimina
  3. Mi hai fatto tornare in mente il cortile della casa di mia nonna... ormai non posso più vederlo perchè è stato venduto, chissà se il melograno sta ancora al suo posto...

    RispondiElimina
  4. @dess: la casa?? mmm... ridillo quando ti faccio vedere le foto fatte il giorno in cui abbiamo consegnato le chiavi! :)

    RispondiElimina
  5. @mark e ariano:
    pensavo... quante cose ci direbbero, se potessero, le piante?

    RispondiElimina
  6. Mi hai fatto venire la nostalgia. Ma che belle immagini, doveva essere una casa bella e piena di "vissuto". Il pozzo e quella scaletta in secondo piano mi danno emozioni molto belle. Il mio sogno è di vivere in tali atmosfere. Ti sei affezionata al limone...e ci credo! Io parlo a tutte le mie piante e piantine e quando vado in ferie le penso spesso e al ritorno mi dedico prima di tutto a loro...vabbé ma io non sono tutta centrata...BACIO!!!!!

    RispondiElimina
  7. @Simo: di sicuro piena di vissuto lo era. a volte, avevo la sensazione che lo spirito dell'anziana signora che ci abitava, si aggirasse tra le mura... e mi ha ispirato anche un racconto, questo: http://paroleperaria.blogspot.com/2009/03/parole-per-aria-la-stanza.html

    RispondiElimina
  8. Ciao Fra!

    Mi chiamo Maura e stavo navigando un po' quando sono capitata nel tuo blog e lo trovo assolutamente interessante!!! Diciamo pure che è proprio quello che stavo cercando! :)

    Leggendoti, infatti, non ho potuto fare a meno di pensare che saresti perfetta come autrice di un guest post all'interno di un blog per il quale collaboro. È un progetto il cui tema principale sono i viaggi e le passioni che li muovono.
    Non ti porrei limiti di contenuti, ogni idea è ben accetta! L'unica cosa che ti chiederei è di attenerti a tematiche culturali (anche libri o film legati al viaggiare):) Che ne pensi?

    Se ti interessa potrei inviarti il link del blog così potrai leggere qualche post scritto da altre blogger che hanno collaborato con noi! :)
    Si tratterebbe di un solo post che sarà a tuo nome (non ti porterò via dunque molto tempo, capiamo gli impegni dei blogger), ed inserirò un link diretto al tuo blog (un po' di pubblicità non fa mai male) :)

    Se ti va di partecipare, in cambio riceverai un bel regalo per il tempo dedicato :)

    Contattami per qualsiasi chiarimento se sei interessata!
    Intanto ti auguro una buona serata e spero di sentirti presto!

    maura.giusti@gmail.com

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!