martedì 13 settembre 2011

Fotografie mancate.


Era da tempo che ogni volta che uscivo, capitava sempre che ci fosse qualche cosa che mi andava di fotografare e nessuno strumento a disposizione se non il mio cinafonino che fa foto che posso definire solo inqualificabili. 
Ho appena guardato, c'è scritto 1,3 megapixels... com'è? Sono io che sono incapace di usarla? O fa davvero schifo? Grazie a chiunque risponderà alla mia domanda da ignorante.
Allora, da qualche giorno, giro con la macchina fotografica nella borsa. Inutile dirlo, da quando ho dietro la macchina fotografica che fa foto spaziali, non trovo più nulla di interessante da fotografare.
E poi, anche se trovassi un qualche cosa di interessantissimo, nel tempo che impiegherei per tirar fuori la macchina da sotto a) l'agenda che uso dal mese di settembre, b) l'agenda che ho usato da settembre dell'anno scorso a agosto di quest'anno e che tengo ancora un po', non si sa mai devo guardare per forza cosa ho fatto il 3 marzo, c) il netbook, d) la scatolina contenente il mio hard disk esterno più un numero variabile da 5 a 10 pen drive, piuttosto inutilizzate dato che ho l'hard disk, ma a cui non posso rinunciare, e) il mio maxi portafoglio abbinato alla borsa, f) la crema idratante, irrinunciabile... l'unica volta in cui l'ho lasciata a casa, mi sono accorta di avere la pelle squamosa tipo visitors ed ero in giro per lavoro con la mia gonnellina e le gambe spellate g) il libro di turno che staziona nella mia borsa (al momento: Cosmopolis di Don De Lillo)... e poi, dato che dopo un'esperienza di batterie andate a male dentro il vano batteria che ci è costato un botto di riparazione, tengo la macchina senza pile... beh, in quel tempo, la cosa meravigliosa sarebbe già scappata!
Quante foto mancate.

Una cosa che penso sempre voglio fotografare è l'Etna quando è in eruzione e io sto tornando a casa di sera. Per tornare a casa, percorro una strada in salita e se guardo in fronte a me vedo una delle pareti del vulcano... a volte, tipo qualche settimana fa, la parete era tutta rossa. 
Spettacolo notevole.


Le foto sopra sono del marito. La prima (che adoro, se la guardate a dimensioni originali è bellissima) è un castagneto sull'Etna, Monte Manfrè. La seconda è Capo Calavà (Gioiosa Marea, provincia di Messina).

6 commenti:

  1. Anch'io porto sempre la macchina fotografica nella borsa, ormai da un bel po'! Mi piace un sacco l'idea di poter immortalare in ogni momento un istante!

    Ma quanto diavolo pesa la tua borsa, Fra? Ti viene il mal di schiena con tutta quella roba! :)

    RispondiElimina
  2. Fra la tua borsa è molto simile alla mia... Infatti la mia la chiamo valigia!!! Cmq 1.3 megapixel è davvero scarsissimo... Io per quanto amo la fotografia, e mo scattare ogni cosa ritenga importante, mi sono comprata un cellulare che fa le foto a 8mp.. Così non devo portarmi pure la macchinetta

    RispondiElimina
  3. @Emily: Grazie per l'informazione sui 1,3 megapixel... allora non sono io!!! :))
    @FruFru: la mia borsa non l'ho mai pesata, ma è pesante!! direi almeno 6-7 kg... devo decidermi a lasciare a casa qualcosa, ma le volte che lo faccio, quella cosa mi serve sempre!!!!

    RispondiElimina
  4. hai ragione: è bellissima quella del bosco!!!

    RispondiElimina
  5. Complimenti per le foto, sono davvero molto belle!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!