martedì 6 dicembre 2011

Riprendiamo il filo del discorso...

Un altro periodo di lunga assenza dal blog (mio e dei miei amici di blog)... Mah... ogni tanto temo che la mia passione scribacchina si affievolisca sino a svanire, dopo 30 anni in cui mi fa fedele compagnia. Speriamo di no.

In questo periodo ho lavorato... Beh, questo è scontato. 
E ho pagato tasse. Anche questo è scontato.
Però mi sono comprata un cellulare nuovo, che con quello vecchio ormai non ci si sentiva più e ogni telefonata era un coro di "AH??" oppure "EH???" oppure "PARLA PIU' FORTE!" oppure "BUTTALO STO TELEFONO!".
Ero indecisa tra a) riprendere uno dei vecchi telefoni dismessi, dal '97 in poi, che sono ordinatamente riposti in una scatola, b) fregarmene di quello che ho sempre detto e pensato, che io col telefono ci voglio solo telefonare e mandare messaggi, e comprare un telefono che fa pure il caffè, c) comprare un telefono da 30 euro buono solo per telefonare.
La frequentazione assidua con persone che sfoggiano telefonini per me spaziali, che navigano, scattano foto, comprano su ebay e fanno altre (molte altre) cose, mi ha un po' influenzato nella scelta, lo devo ammettere. Allora, ho scartato subito l'ipotesi a) e, mentre ero nel negozio già con il telefono da 29 euro in mano, ho scartato anche l'ipotesi c), ripiegando quindi sull'ipotesi b)... chi lo avrebbe mai detto!
Ma, in effetti, a me del cellulare che fa il caffè non me ne è mai importato niente, però magari se fa foto belle lo uso come macchina fotografica... e, certo, se ci posso pure leggere e mandare le e-mail non è che fa male... quindi ho comprato un modello abbastanza di base, ma che ha un sacco di funzioni; trovandolo su ebay a prezzi anche modici.
Dopo un mese di utilizzo, posso dire che non sono pentita, ma, di tutte le funzioni, uso solo la macchina fotografica. Ho provato la connessione a internet omaggio per un po', ma, in effetti, non me ne importa niente di navigare dal telefonino, oltretutto si vede troppo piccolo e molti siti nemmeno si aprono. Quindi, di fatto, adesso ho un telefonino con uno schermo e una tastiera dal quale è un piacere scrivere e leggere sms, con una rubrica telefonica e un'agenda abbastanza funzionali, una macchina fotografica che fa foto a risoluzione più alta della mia macchina fotografica e con un sacco di altre funzioni che non uso e che in molti casi nemmeno conosco.
Cioè, anche se formalmente mi sono convertita allo smartphone, resto una cellulare basic girl nell'anima.
Poi, ho avuto l'influenza... come al solito e un po' ce l'ho anche adesso.
 Ho fatto shopping nel negozio dell'altra volta, a prezzi modici(ssimi).
Ho visto Breaking Dawn, un paio di volte. Essendo una fan(atica)... manco a dirlo, mi è piaciuto molto. E forse ci scriverò su un intero post, una volta o l'altra.

Robert Pattinson e Kristen Stewart in una scena del film.

Ho visto Anche se è amore non si vede, una volta sola. E ho riso per un'ora e mezza. Sarà che a me Ficarra e Picone mi fanno sempre morire dal ridere, anche quando nemmeno parlano... sarà pure che c'è Ambra Angiolini che mi fa un sacco di simpatia... ma questo film mi ha messo un buon umore notevole.

Salvo Ficarra, Diane Fleri, Valentino Picone, Ambra Angiolini.

Non sono riuscita a leggere nemmeno un libro, se non "L'isola della paura" che però avevo già letto tempo fa (e, questa volta, a ritmi per me assurdi, tipo cinque pagine al giorno). Ho iniziato e mollato almeno una decina di libri, che si trovano adesso sparsi sul mio comodino.

Ovviamente con il libro non c'entra niente, ma questa locandina del film mi piace moltissimo.

 Ho fatto, con mio marito e un'amica, un tour dei pub di sabato sera, alla ricerca di uno con qualche posto libero per sedersi... cosa che non succedeva da una decina di anni. E, per la cronaca, non abbiamo trovato un posto, sebbene fossero quasi le 23 ed eravamo in un paesino, non in centro città. Ma, vedere quelle orde di ragazzi attendere al gelo, fuori dalla porta dei locali, che si liberi il posto, mi ha fatto tanto ricordare quello che facevo io alla loro età. E' stato un bel tour. Alla fine, siamo "approdati" in una pizzeria/ristorante, dove abbiamo cenato a mezzanotte inoltrata. E dove, a forma di amici, ci hanno pure un po' fregato sul prezzo. Almeno la pizza era buona e il vino pure.

 Infine, sto organizzando un viaggio... finalmente.

Fonte

E di questo parlerò nel prossimo post.

6 commenti:

  1. :-) Bentornata
    E adesso che hai il telefonino spaziale puoi aggiornare il blog anche mentre stai in vacanza in una baita in cima al monte Bianco ;-)

    RispondiElimina
  2. Bentornata Fra! Anch'io sono una da telefono per telefonare, tanto la macchinetta fotografica ce l'ho sempre nella borsa...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Ma non l'avrei mai detto che hai visto anche te BD... :-P hihihihihi!!

    RispondiElimina
  4. @Nicla: :))
    @Ariano: Grazie :) Ho il telefonino spaziale ma senza internet, quindi non posso aggiornare dal monte Bianco... ma vado più a nord. :)
    @FruFru: Grazie :)

    RispondiElimina
  5. Bentornata carissima! (anche se a quanto pare sei già in partenza...)

    Io resisto col telefonino che telefona e manda sms e basta, che tra l'altro è quasi sempre spento o silenziato, e già così mi sembra che porti fin troppa invadenza nella mia vita... sono proprio un dinosauro... :D

    Ciao!!

    RispondiElimina
  6. @Zio: Ciao! in fondo sono un dinosauro camuffato pure io con il cellulare... tutto si fa collegati ad internet ed io non ho nemmeno la connessione...
    però quello schermo gigante per scrivere i messaggi... vuoi mettere? è una goduria pazzesca!! :)

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!