martedì 21 febbraio 2012

Depressione notturna

The truth behind falling stars

Poco fa parlavo con il mio commercialista, povero raccoglitore dei miei vomitamenti verbali sulle tasse assurde (rispetto a quello che guadagno) che pago ogni anno.
Sto valutando molto seriamente di piantare baracca e burattini e di mettere un annuncio sul mercatino per dare lezioni private. 
Guadagnerei almeno il doppio di quanto guadagno oggi con il mio lavoro.
E' davvero deprimente.

Domani sarà una giornata pesante, mi dovrò alzare prestissimo e sono ancora qua a cazzeggiare, ascoltando da quasi due ore ininterrottamente questa canzone, scoperta stasera, grazie a una chiacchierata con due care amiche.

La verità è che sono troppo scazzata e che, come Quelo, non so più quando stiamo andando su questa terra, quando stiamo facendo su questa terra.



9 commenti:

  1. Pensa Fra, a proposito di tasse e di una "normalità" assurda, proprio ieri sera mi sono incazzato quando siamo andati via da una pizzeria...io ho dato la carta di credito e non l'hanno voluta prendere, ma hanno accettato i contanti e poi...arrivederci e grazie! Al che io ho sbottato dicendo con tono molto deciso "E lo scontrino? Visto che avete voluto i contanti per forza, non pensate che io me ne vada senza!" Buonanotte se non dormi ancora :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste sono le cose che mi fanno ancora più imbestialire (e deprimere)... Ma, alla fine, te lo hanno dato lo scontrino?

      Elimina
  2. L'uomo ha sogni nel cassetto? No solo calzini. Un Quelo veggente, ma non ci voleva molto.
    Un in bocca al lupo è l'unica cosa che mui vien da dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E meno male che ci sono i calzini! :)
      Crepi... :)

      Elimina
  3. Giornate di sconforto di questo genere capitano, ci passiamo tutti. Quando stai davanti allo specchio manda un sorriso alla persona che ti guarda dall'altro lato: in genere ti sorride anche lei, e questo dovrebbe sollevare un po' il tuo umore ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa cosa del sorriso è davvero carina... grazie :))

      Elimina
  4. Andiamo su, dài, bisogna farsi coraggio e affrontare le avversità come solo voi donne sapete fare. E poi se c'è "crisi" diceva Quelo, ci si adegua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aldo, grazie per l'incoraggiamento, mi adeguo, come quelo... ma ogni tanto è dura!

      Elimina
  5. Anche a me ogni tanto prende lo sconforto, specie se non riesco ad addormentarmi, una volta mi capitava spessimo e infatti pensavo di soffrire un po' di insonnia...

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!