mercoledì 28 agosto 2013

Questa sera c'è un caldo che quasi non si respira... qualcuno mi direbbe: 
"Ma come puoi dire certe cose, non ti ricordi come era quando abitavamo nell'altra casa?" 
(casa in cui si moriva di caldo quasi letteralmente).
Sì, mi ricordo. Ma sta sera non respiro ugualmente.


L'opposto di solitudine non è stare insieme. È stare in intimità. 

E' una notte che si preannuncia lunga e senza sonno.
Una mosca mi ronza intorno.
Pillo mi dorme accanto.
Ho un buco nello stomaco.
Mille pensieri mi accompagnano.
Cose che succedono, cose che cambiano.
Scelte che si fanno.
Amici che partono.
Date che ritornano.

Vorrei dare voce ai pensieri, anche a quelli più tetri.
Soprattutto a quelli.
E' che non sopporto i silenzi.




"The Sound Of Silence"
Hello darkness, my old friend,
I've come to talk with you again,
Because a vision softly creeping,
Left its seeds while I was sleeping,
And the vision that was planted in my brain
Still remains
Within the sound of silence.

In restless dreams I walked alone
Narrow streets of cobblestone,
'Neath the halo of a street lamp,
I turned my collar to the cold and damp
When my eyes were stabbed by the flash of a neon light
That split the night
And touched the sound of silence.

And in the naked light I saw
Ten thousand people, maybe more.
People talking without speaking,
People hearing without listening,
People writing songs that voices never share
And no one dared
Disturb the sound of silence.

"Fools," said I, "You do not know –
Silence like a cancer grows.
Hear my words that I might teach you.
Take my arms that I might reach you."
But my words like silent raindrops fell
And echoed in the wells of silence

And the people bowed and prayed
To the neon god they made.
And the sign flashed out its warning
In the words that it was forming.
And the sign said, The words of the prophets are written on the subway walls
And tenement halls
And whispered in the sound of silence.


3 commenti:

  1. The sound of silence è una delle canzoni più suggestive nella storia della musica leggera. Impossibile non apprezzarla.

    RispondiElimina
  2. Simon e Garfunkel sono due cantanti che mio figlio mi ha fatto conoscere e dei quali conservo gelosamente un vinile dato che questa canzone me la sono ascoltata spesso. Purtroppo per la maggior parte delle mie giornate io vivo in silenzio.

    RispondiElimina
  3. @Ariano: la adoro anche io...

    @Aldo: mi dispiace molto per i silenzi delle tue giornate...

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!