lunedì 21 ottobre 2013

Cane e dintorni (1)



Da quando c'è Pillo nella mia vita, sto leggendo moltissimo sui cani e sulla loro educazione... non quella di mettergli il muso nella pipì quando trovi il lago a casa, ma quella - essenzialmente - del premiare i comportamenti giusti e ignorare quelli sbagliati.
Una cosa che noto, leggendo e ascoltando alcuni discorsi, è che alcune persone pensano che i cani capiscano le parole, come gli umani, e quindi pensano che i cani sono stupidi se fanno/non fanno qualcosa che loro hanno ordinato di fare /non fare... del tipo "Amorino, non devi saltare sopra il tavolo mentre mangiamo" (magari detto con un tono da picci picci! che poi non ho nulla contro i toni amorevoli nei confronti del cane, io sono la prima che li uso, ma quando un cane si rimprovera, lo si rimprovera principalmente con il tono). A questo proposito, la prima cosa che ho imparato è che i cani le parole non le capiscono, ma capiscono il tono e capiscono i premi che ricevono se fanno una determinata azione. E infatti non è necessario spiegare a un cane il perché e il percome, basta un "Ooooh!!!" e lui capisce.
Un'altra cosa che ho imparato è che punire i comportamenti sbagliati ha senso solo se lo fai nel momento in cui il cane mette in atto il comportamento... se sta sbranando il cuscino di piume d'oca e lo cogli sul fatto, rimproverarlo è ok... ma se trovi le piume sparse per tutta la casa, dopo che il cane è stato 8 ore solo in casa e magari sta dormendo in quel momento, se lo rimproveri, lui non ne capirà proprio il perché, quindi è inutile.
Un'altra cosa che ho imparato è che il cane trova appetibile la cacca, la sua, quella di altri animali e quella umana. E che non muore se mangia cacca, anche se forse è meglio evitare. Leggete qui se siete interessati all'argomento.
Altra cosa che ho imparato: il cane deve socializzare... con i suoi simili e con le persone. Prendere un cane per tenerlo relegato in campagna oppure su un balcone o, orrore, in un garage, senza contatti se non quello del portargli il cibo, non ha senso... per me è anche un comportamento disumano, ma questa sono io che amo i cani e penso che meritino molto più affetto di quello che, in genere, si meriterebbero le persone.

Penso che scriverò altro sull'argomento... via via che imparo.

5 commenti:

  1. Francesca sei grane! Se avessi un cane - cosa che ho sempre desiderato ma non posso tenerlo per tanti motivi - prenderei per oro colato quello che tu dici e osserverei tutte le regole da te elencate.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
  2. Parole sante. Tanti comportamenti sono sbagliati nei confronti dei cani e di altri animali.
    Un tempo erano dettati dall'ignoranza, oggi dalla pigrizia. Prima di prendere in casa una bestiola ci si dovrebbe DOCUMENTARE per capire che mettere il muso del cane nella pipì non solo è un comportamento prevaricatore e violento, ma non serve a nulla.
    Il cane va educato col tono, come dici tu. Non servono troppe parole o peggio botte.
    Serve solo un tono corretto per ogni situazione. Loro non desiderano altro che vivere bene con noi, essere amati e coccolati, ma sono sempre cani, quindi vanno "guidati" come farebbe un capobranco.
    E bisogna rispettare la loro natura, non sono degli enormi peluches.

    W PILLO!!!! E' proprio un amore!

    RispondiElimina
  3. Mia figlia mi sta massacrando che vuole un cane... ma noi viviamo in un appartamento, e lei è troppo piccola per poterlo accudire da sola senza alcun aiuto...

    RispondiElimina
  4. I miei cani abitano in campagna liberi e felici. Sono in grado di comprendere delle parole e per dire che hanno sbagliato un bel NO gridato è sufficiente.

    RispondiElimina
  5. @Aldo e Simo: grazie :-)
    @Ariano: io lo ho avuto in appartamento e di certo è molto più impegnativo...
    @Kylie: il fatto che parli al plurale, significa che hai più di un cane in campagna, immagino... e, per quanto io creda che i cani siano più felici anche se meno liberi ma con la compagnia umana, il fatto che siano in compagnia di altri simili, sicuramente per loro è una cosa importante. E' vero qualche parola la capiscono, ma io mi riferivo a certe persone che gli fanno discorsi tipo stessero parlando a una persona e poi dicono che il cane è cretino se non fa quello che loro hanno detto. Infine, per le monellerie, con Pillo, a volte, basta un'occhiataccia... :)

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!