martedì 31 dicembre 2013

Camera di Van Gogh ad Arles

Uno dei miei dipinti preferiti. 
La camera da letto di Van Gogh ad Arles mi ha sempre trasmesso calore e serenità.
Non sono riuscita a vedere il dipinto originale, perché quando siamo andati al Museo d'Orsay, proprio quel giorno, proprio quel quadro, quello che avrei voluto vedere più di tutti gli altri, era "in prestito" non ricordo a chi per una mostra su Van Gogh. Che fortunella!

Della sua stanza, Van Gogh dipinse tre versioni. La mia preferita è la seconda.

In una lettera indirizzata al fratello Théo, Vincent spiega i motivi che lo hanno spinto a dipingere una simile opera: l'artista vuole esprimere la tranquillità e far risaltare la semplicità della sua camera da letto per mezzo di un simbolismo cromatico. Per questo motivo, Van Gogh descrive: "le pareti di un lilla chiaro, il pavimento di un rosso spezzato e pallido, le sedie e il letto color giallo cromo, i cuscini e il lenzuolo verde limone chiarissimo, la coperta rosso sangue, la toeletta arancione, il catino azzurro, la finestra verde", per poi affermare: "Avevo voluto esprimere un riposo assoluto per mezzo di tutti questi diversi toni".
(fonte
Camera di Van Gogh ad Arles (prima versione dipinta nel 1888, oggi al Van Gogh Museum ad Amsterdam) - Olio su tela 72x90 cm
Camera di Van Gogh ad Arles (seconda versione dipinta nel 1889, oggi all'Art Institute di Chicago) - Olio su tela 72x90 cm

Camera di Van Gogh ad Arles (terza versione dipinta nel 1889, oggi al Museo d'Orsay a Parigi) - Olio su tela 57,5x74 cm

Schizzo, inviato per lettera a Paul Gaguin, 1888.


Riproduzione di Camera di Van Gogh ad Arles, dipinta da mia suocera, 2009.
Tempo fa ne ho chiesto una riproduzione a mia suocera che dipinge (bene) per hobby. Sarà che mi sono abituata a vedere questa sua riproduzione ogni giorno, ma i colori probabilmente li preferisco in questa sua. In realtà, lei ha riprodotto fedelmente una stampa che le ho dato io che aveva dei colori non perfettamente corrispondenti all'originale terza versione, quindi lei ha fatto un lavoro di riproduzione molto buono... il suo quadro è identico alla mia stampa.


6 commenti:

  1. Potrebbe essere la mia, che infatti è piccola uguale (da qualche anno mi sono trasferito nella ex cameretta degli ospiti, mentre quella in cui dormivamo io e mio fratello è diventata lo studio, cioè il mio magico scriptorium).
    Preferisco anch'io la seconda: trasmette un'idea, un'impressione, di calore.
    Un abbraccio, e Auguri per un 2014 lieto, sereno e molto Artistico! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Zio, grazie per l'augurio che ricambio :)
      Mi piacciono tanto le camere piccole e accoglienti!

      Elimina
  2. Questo dipinto di Van Gogh mi è sempre piaciuto più degli altri suoi ed anch'io preferisco il secondo. La cosa che mi è rimasta più impressa, a parte i colori, sono i quadri appesi sulla parete destra della cameretta, tutti storti.
    Sono una specie di maniaco quando sia a casa mia sia in quella degli altri ne vedo uno storto lo devo drizzare.
    Complimenti a tua suocera che ha dipinto una riproduzione perfetta.
    Un caro saluto e buon anno nuovo,
    aldo.

    RispondiElimina
  3. Bella la versione dipinta da tua suocera! E' molto brava :)
    Tanti auguroni di buon anno nuovo :)

    RispondiElimina
  4. Conosco davvero poco Van Gogh, nonostante qualche anno fa sia stata fatta una bella mostra a Palazzo Ducale di Genova... comunque che bella l'arte, primo pensiero banale del 2014 !

    Auguri !

    RispondiElimina
  5. Bello, pure io voglio il Van Gogh "originale" appeso in casa!!! :)

    Simone

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!