martedì 28 gennaio 2014

Non ti addormentare (S. J. Watson) - il libro

Questa è la trama, che ricopio da anobii
Ogni mattina Christine si sveglia senza ricordi. Non sa a chi appartenga la casa in cui si trova, l'uomo che le dorme accanto le è totalmente estraneo, e anche il suo viso, riflesso nello specchio del bagno, non solo non le è familiare, ma le sembra molto meno giovane di quanto secondo lei dovrebbe essere. È suo marito a darle quotidianamente le coordinate della sua vita, a spiegarle chi è lui, chi è lei, e che cosa le è successo anni prima, un incidente che ha modificato radicalmente la sua vita, privandola dei ricordi e costringendola a ricominciare ogni giorno in un difficile apprendimento dell'esistere. Ma Ben le dice tutto? E se è così, perché non le ha parlato del dottor Nash, un giovane neuropsichiatra deciso a studiare il suo caso, con cui Christine si incontra di tanto in tanto e che la spinge a tenere un diario? E perché su una pagina di questo diario Christine ha scritto "non fidarti di Ben"? Giorno dopo giorno, con l'aiuto del dottor Nash, lampi di memoria attraversano la mente di Christine, tessere baluginanti di un mosaico che fatica a ricomporsi nella sua interezza e che, con il passare del tempo, le sembra sempre più minaccioso e inquietante. Finché dal passato emergerà il vero pericolo, quello che senza che lei ne sia consapevole si è appropriato della sua vita.


Uno degli ultimi libri letti, uno di quelli che mi sono svegliata di notte per leggere. In effetti, l'ho letto in due giorni, quindi la notte è stata una sola, dopo essermi svegliata di soprassalto per un incubo correlato a ciò che stavo leggendo (un incubo molto inquietante che però aveva la faccia di Pacey di Dawson Creek, anche se un po' storpiata perché, nell'incubo, Pacey era veramente cattivo!!). 
Ma rende l'idea di quanto il libro mi abbia preso...

Non si può aggiungere tanto alla trama, se no si rivela ciò che non va rivelato e che non avevo capito fino all'ultimo momento e pensavo che l'epilogo fosse tutt'altro. 
Posso aggiungere che io l'ho trovato estremamente scorrevole e accattivante. Difficile separarmene e smettere di leggere.
Ho letto da qualche parte che è stato paragonato al film "50 volte il primo bacio" con Drew Barrymore e Adam Sandler... non c'entra un fico secco! Questo è un thriller, quella è una commedia romantica. L'unica cosa in comune è che la protagonista soffre di amnesia e ogni giorno si dimentica quello che è accaduto il giorno prima.

Devo per forza inserire la mia filippica sui titoli tradotti... il titolo originale è "Before I go to sleep", che, letteralmente, vuol dire "Prima che io vada a dormire", che, chiaramente, è il titolo perfetto per la storia. Anche "Non ti addormentare" devo ammettere che non è malvagio, ma avrei preferito il titolo originale o una sua variante, tipo "Prima di dormire".
(se vi interessano le mie filippiche sulle traduzioni dei titoli di libri e film, cliccate sui tag del post, in basso)



Ho scoperto che ne hanno fatto un film con Nicole Kidman e Colin Firth, film che dovrebbe uscire quest'anno e che andrò a vedere, interrompendo la mia cronica assenza dalla sale cinematografiche.
Mi piace molto la scelta di Colin Firth per interpretare lui, lo trovo azzeccato. Sa impersonare personaggi teneri e inquietanti con la stessa bravura e credibilità.





Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!