venerdì 23 maggio 2014

Un salto nel mondo colorato della frutta e della verdura

Oltre un mese fa avevo scritto che avrei voluto tenere una rubrica settimanale dal nome foodcorner... l'angolo del cibo. Non del cibo in generale, ma piuttosto del mio percorso personale di passaggio al veganesimo con punte di crudismo, condito con sensazioni, esperienze e ricette.
Da circa tre settimane, sono vegana.
Erano anni che pensavo a fare questa scelta, ma non ero mai riuscita a eliminare dalla mia alimentazione i latticini. La carne non la mangio più da un bel pezzo, non sono mai stata una grande carnivora.
La spinta a fare il salto nel mondo colorato della frutta e verdura, me l'ha data la lettura di due libri.
Uno è "Mangiare per vivere" e l'altro è "The China study".
Non voglio scrivere una recensione dei libri, voglio solo dire che li ho trovati molto interessanti e che, già mentre li leggevo, mi è venuto molto naturale smettere di mangiare qualunque alimento di origine animale e anche prodotti confezionati in generale.
Da circa un mese, quindi, mi nutro di frutta (fresca e secca), verdura, legumi e semi.

Alcuni mi dicono "Allora non mangi niente!" 
Completamente falso! Non ho mai mangiato tanto in tutta la mia vita (sono a dieta più o meno da... sempre). E, in meno di un mese, ho perso circa 6/7 kg e continuo a perdere peso, senza pesare i cibi o contare le calorie... negli ultimi due anni, avevo provato di tutto, senza riuscire a perdere un grammo.
Nella mia giornata tipo, inizio con colazione con frullato di frutta che contiene una banana, mezzo avocado, una pesca/pera/mela, qualche fetta di ananas, succo di arancia o di ananas, mirtilli, ribes, semi di lino, semi di girasole, bacche di goji e semi di chia; a pranzo e cena mangio legumi e/o svariate verdure cotte e crude, cucinate nei modi più disparati. Faccio piccoli spuntini con frutta secca e in questo periodo sto in fissa con gli anacardi tostati e i datteri Medjoul.

Altra cosa che mi dicono è "E dove le prendi le proteine?"

proteine vegetali
clicca sulla foto


Alcuni mi hanno detto "è un periodo, passerà e tornerai a mangiare come prima"
Ma spero di no!! In questo momento mi viene difficile anche solo pensare di tornare indietro a mangiare tutto quello che mangiavo prima (non inteso come quantità ma come qualità). E non vedo perché dovrei, dato che, ho detto prima che io da questo regime alimentare ho avuto solo benefici. A parte il dimagrimento, infatti, ho smesso di avere la nausea, che mi veniva spesso e non ho quasi più mal di testa (di cui soffro molto da circa vent'anni).

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!