domenica 8 giugno 2014

Sale rosa

Per oltre 40 anni, non mi sono preoccupata molto della qualità di ciò che mangiavo (purtroppo), ma, da qualche mese, cerco di non mangiare schifezze di alcun genere e mi informo per cercare alimenti buoni.
Nella mia ricerca di alimenti sani e il meno trattati possibile, dopo aver scoperto lo zucchero integrale di canna (il cui sapore mi ha stregato e sono diventata un'amante dello zucchero, che prima snobbavo), mi sono imbattuta nel sale rosa dell'Himalaya.
Non sono una che mangia sale condito con alimenti, come tante persone, ma un po' di sale mi piace sempre. Ho scoperto il sale rosa per puro caso, non sapevo nemmeno che esistessero tipi di sale diversi da quello classico. Da quando l'ho scoperto, uso solo quello. Ha un sapore più delicato di quello tradizionale e non dovrebbe essere trattato, il che lo rende certamente migliore.
Per dettagli, cliccate sul link sopra o sulla foto sotto.

sale rosa himalayano

3 commenti:

  1. Li ho visti i sali multicolor al supermercato, pensavo a una semplice trovata pubblicitaria e invece, a quanto pare, ognuno ha caratteristiche specifiche.
    Io, beh, ammetto di essere uno di quelli che mangia sale condito con alimenti...

    RispondiElimina
  2. Per mangiare bene e sicuro bisognerebbe essere uno scalatore.
    Fra, a parte gli scherzi, io mi fido di te e alla prima occasione, compro il sale Himalayano sperando così di poter risolvere alcuni miei problemi.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  3. Io da tanti anni sto attenta a quello che mangio come tutta la mia famiglia. Quel sale lo uso anch'io. Ottimo.

    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!