sabato 25 ottobre 2014

Donare sangue: un sì alla vita

Questo disegnino lo ha fatto un bambino in occasione di un concorso o qualcosa del genere sulla donazione di sangue e io ce l'ho per gentile concessione dell'Associazione ADVS.

Per una volta, voglio usare il blog non solo come sfogo di minch... ehm pensieri personali, più o meno di interesse per chi legge, ma come strumento di divulgazione di qualcosa di buono e importante.

Almeno per sentito dire, tutti sanno che donare sangue è una cosa utile... beh, non solo è utile: il sangue è indispensabile e non hanno ancora inventato il sangue artificiale e quindi donare il proprio sangue può salvare la vita a qualcuno.

La donazione è un atto sanitario, quindi la procedura è regolamentata da specifiche normative e avviene sotto la responsabilità e il controllo del personale medico.
Donare non comporta, infatti, rischi per il donatore in buona salute, infatti, il sangue che viene prelevato è intorno ai 450 ml che rappresenta una piccola percentuale della quantità di sangue circolante (circa 5/7 litri) e viene rapidamente ripristinato e, anzi, dal momento che i donatori sono sottoposti a controlli periodici, essere donatore abituale è sicuramente un vantaggio in termini di prevenzione e controllo della propria salute. 

Non considero ovviamente un rischio impressionarsi e magari svenire alla vista del sangue.... e il fatto che io per prima mi impressiono e una volta sono svenuta durante un prelievo di routine, perché il medico non trovava la vena e si era messo a cercarla con l'ago dentro il mio braccio! L'altro giorno, infatti, ho detto chiaramente al medico prelevatore che già mi stava parlando di "ago", "trovare la vena" e "cercare la vena", che se non voleva trovarsi una tizia corpulenta con un ago piantato nel braccio da rianimare, doveva smettere subito di parlare di queste cose e che potevamo avviare una conversazione su qualsiasi altro argomento, purché non avesse attinenza con ciò che stavamo facendo.

La donazione è un atto volontario e di grande altruismo e deve essere fatto con coscienza, dal momento che, attraverso il sangue, possono essere trasmesse svariate patologie. Prima della donazione, quindi, il medico fa delle domande, anche molto personali, cui è necessario rispondere con la massima onestà
Infatti, anche se il sangue da donare viene sottoposto a controlli analitici accurati, vi sono delle malattie che non sono subito individuabili con le analisi, per cui, in alcuni casi, l'unica "prova" dell'assenza di malattia diventa l'assenza del rischio. 
D'altra parte, la donazione è un atto volontario, per cui, per dire, se vi piace fare sesso non protetto con gli sconosciuti e poi vi vergognate a dirlo, non presentatevi alla prossima raccolta di sangue, nessuno vi ammazzerà... e voi riducete di molto il rischio di ammazzare qualcuno.

4 commenti:

  1. Non ho mai contribuito, lo ammetto, sarà che soffro di pressione bassa e l'idea di donare sangue mi fa subito temere svenimenti non di paura ma di pressione azzerata. Comunque mi informerò col mio medico.

    RispondiElimina
  2. Cara Franci, io lo faccio praticamente ogni anno, e ci andrò per quest'anno mercoledì prossimo, il 19. Spero che non mi rimandino indietro per qualche motivo che ora ignoro, come è successo il 9 ottobre. Ti racconto. Sì, mi hanno rimandato indietro per un motivo stranissimo. Nell'informativa del CNS si diceva che esiste un virus, chiamato WNV (West Nile Virus), portato da un tipo di zanzara presente ultimamente in mezza Europa, e anche in Italia. Quindi, chi avesse soggiornato negli ultimi 28 giorni almeno per una notte in una delle località dove la zanzara è stata riscontrata, non poteva donare il sangue. Una di queste è Milano! Figurati, per lavoro capita sempre di andare a Milano. E io ci avevo soggiornato 25 giorni prima per cui...rimandato a casa. Poi ho cercato l'ordinanza, trovandola qui. Io il 19 voglio assolutamente non essere rispedito a casa. Quindi in quest'ultimo mese sono andato a Milano in giornata, alzandomi anche alle 4 una volta. Ci tenevo a raccontarti questa cosa. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Torno solo per dirti che stavolta non mi hanno rispedito indietro :-)

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!