domenica 5 ottobre 2014

Incubi ed esami parte 2: il retroscena dell'esame di maturità

L'altro giorno ho scritto di come sono stata spesso fortunata agli esami (o interrogazioni che fossero), durante la mia carriera scolastica/universitaria. Da quello che ho scritto, sembra che il mio esame di maturità sia andato splendidamente... ma, in effetti, ad essere andato splendidamente (o quasi) è stato solo l'orale.
Il mio esame di maturità, o meglio il voto del mio esame di maturità non mi ha fatto dormire la notte per moltissimo tempo. 
Non sono mai stata una secchiona e mi sono sempre collocata nel gradino subito sotto quello dei primi della classe, nel gradino di quelli con la media del 7 - 7 e mezzo... anche se sono sempre stata cosciente che avrei potuto davvero fare molto di più, in particolare i primi anni del liceo (e i professori me lo dicevano sempre). Infatti, l'ultimo anno, unico anno in cui abbia veramente studiato con impegno, sono arrivata all'esame di maturità, presentata con la media circa dell'8. 
Come dicevo prima, il mio esame orale è andato molto bene. Non ricordo domande che mi hanno lasciata spiazzata, ricordo invece che ho parlato tutto il tempo e che erano i professori ad interrompermi e a cambiare argomento.
Stesso non si può dire per l'esame scritto. 
Quando uscirono le materie, io avevo una speranza segreta (che condividevo con gran parte della classe): per favore no lo scritto di greco!! Ovviamente, è uscito il greco scritto. 
Quando dettarono i temi, consapevole che avrei fatto il tema di letteratura italiana, perché allora (a differenza di adesso) non ero molto brava ad argomentare e seguivo con poco interesse i temi di attualità, io avevo la speranza che non uscisse qualcosa su D'Annunzio, Montale o su Pascoli. Se volete sapere che temi sono usciti alla maturità classica nel 1990, potete leggere qui. Sì, certo, comunque: Pascoli.
Il risultato di questa doppia sfiga è stato il seguente.
Consapevole di non essere in grado di tradurre decentemente dal greco, confidando solo sul Rocci e sul mio cervello, mi sono affidata ciecamente ai consigli di qualche compagno, per quanto avessi comunque l'intelligenza di capire che la traduzione consigliata fosse alquanto sconclusionata.
Non so il voto che ho preso (e che ha preso 3/4 della classe, che si è affidata ai consigli sconclusionati!), ma non credo sia stato superiore a 4.
Il tema credo sia andato lievemente meglio, ma non troppo, perché, anche se Pascoli lo avevo studiato, era uno di quegli autori che proprio mi stava antipatico. Confidando sul fatto che sapevo scrivere, immagino di non aver preso meno di 6, ma, sapendo anche che su Pascoli non sapevo cosa raccontare, so di non aver potuto prendere nemmeno più di 6.
Beh... mettiamo che ho preso 8 all'orale, ero presentata con 8, poi ho preso 4 allo scritto di greco e 6 a quello di italiano... boh, non so se questo fa 44... ma è il votaccio che ho preso, che mi ha causato insonnia e incubi per un sacco di tempo.
Considerato che sono stata promossa ogni anno con la media del 7 - 7 e mezzo, aver preso un voto inferiore a molti della mia classe che a stento a fine anno raggiungevano la sufficienza e che sono stati anche rimandati varie volte... beh, diciamo che forse un po' si capisce perché ho avuto gli incubi.
L'unica cosa che mi ha sempre "consolato", se così vogliamo dire, è che ad aver avuto un voto completamente in controtendenza rispetto alla carriera scolastica siamo stati diversi. 


2 commenti:

  1. Anche qui ci sono molte similitudini Francesca. La media con cui mi presentarono e...il compito do greco lo feci bene...ma a quello di Italiano presi...dritta sulla sedia...presi 1! Almeno così seppi a posteriori...tema sul Parlamento Europeo...peccato che io fossi di sinistra mentre il professore di Italiano era fan di D'Annunzio e il duce (cavolo mi viene l'itterizia solo a nominarlo)...poi scoprii anche gli altri, compreso il membro interno! Beh...non ci fu più niente da fare! La presidente di matematica riuscì a "strappare" il 36. Che, fra l'altro, è illegale, visto che si dovrebbe conteggiare anche quanto fatto durante l'anno! Vabbè...aspetta che se trovo una canzone su youtube te la posto...è di Federico Salvatore :)

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!