venerdì 3 aprile 2015

Si chiamavano Cri Cri...

Della mia infanzia trascorsa in provincia di Torino ho dei bei ricordi. 
Ricordo le persone, ovviamente, i luoghi e alcune cose da mangiare.
Ricordo gli agnolotti e i tortellini fatti in casa dalla mia nonna e bisnonna che stazionavano nello studio del nonno in attesa di essere cucinati e che divoravo anche crudi, ricordo il ghiacciolo Dalek dai colori improponibili che compravo quasi ogni pomeriggio, ricordo il pane burro e salame che mangiavo dalla Maria, ricordo le colazioni con i biscotti Atene e i Bucaneve, ricordo le cene con la pastina con il formaggino subito dopo Goldrake, ricordo i tortellini al brodo che mangiavo dai nonni, ricordo la bagna cauda... ma, soprattutto, ricordo i Cri Cri.

Foto presa dal blog sotto citato

Foto trovata in rete


Che si chiamano Cri Cri l'ho appena riscoperto, grazie a questo post (grazie!)... io ricordavo si chiamassero Bon Bon. Che poi i Cri Cri sono dei bonbon, credo rientrino nella definizione
E non sapete quanto mi ci sono scervellata sul nome di queste delizie... comunque, nome a parte, io me li ricordo benissimo... quelle carte colorate che erano troppo belle e i cioccolatini ricoperti di palline di zucchero con la nocciola dentro. Saranno... uhm, trent'anni (forse più) che non ne mangio uno, oggi non li mangerei nemmeno credo, ma solo vedere queste foto qua mi fa venire una nostalgia tremenda.
A pensarci bene... non c'era una cosa delle mie preferite che oggi mangerei, ma la nostalgia che mi viene è la stessa che mi viene pensando ai Cri Cri.

Delle persone e dei luoghi parlerò un'altra volta, che adesso non ho voglia di piangere.

3 commenti:

  1. Anche si si fossero chiamati Du Du a me sarebbero piaciuti.
    Contraccambio gli auguri di cuore (senza carne),
    aldo.

    RispondiElimina
  2. L'aspetto è decisamente appetitoso...
    P.S.: C'è un premio per te:
    http://arianogeta.blogspot.it/2015/04/si-riparte-con-un-premio-very-inspiring.html

    RispondiElimina
  3. Me lo sono proprio gustato questo post Fra (eheheheheh) :-) Da quello che scrivi sembrerebbe quasi che tu e io abbiamo la stessa età...solo quando parli di Goldrake si capisce che sei molto più giovane di me :D
    I cricri non li conosco, ma questo suono mi ricorda un concerto per bambini di Paolo Capodacqua (il chitarrista di Lolli), che in una canzone invitava metà pubblico a dire cri cri cri cri e l'altra metà a dire cra cra cra (esatto, 4 cri e 3 cra) per emulare grilli e cicale :)

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!