venerdì 11 settembre 2015

Corpo di pietra

Uomo dentro un corpo di pietra,
ti affacci curvo sul baratro, 
pestando l'esile spicchio di terra
dal quale ti sporgi ogni giorno.
sperando che lo spicchio crolli sotto di te,
giù nel vuoto, nel baratro che aneli.
I pensieri sono sempre i tuoi, quelli dell'uomo,
ma il corpo è di pietra,
non ti accompagna,
e sei tornato bambino tra le braccia della mamma.

Purtroppo questo mio breve pezzo, è stato ispirato da una storia realmente accaduta.
E non ci sono parole giuste o che bastino in questi casi.
E, come sempre, mi ripeto che la vita è una roulette (russa), che gira di continuo. La pallina ruota veloce e  poi si ferma e i numeri escono, uno dopo l'altro. Ed è solo un caso quando esce il numero di un altro invece del mio.


Il grido - E. Munch, 1885 (fonte)
Quanto ho scritto sopra mi fa pensare a questo quadro e mi piacciono molto le parole usate dall'autore per descriverlo.
Una sera passeggiavo per un sentiero,da una parte stava la città e sotto di me il fiordo. 
Ero stanco e malato. Mi fermai e guardai al di là del fiordo - il sole stava tramontando - le nuvole erano tinte di un rosso sangue. 
Sentii un urlo attraversare la natura: mi sembrò quasi di udirlo. 
Dipinsi questo quadro, dipinsi le nuvole come sangue vero. 
I colori stavano urlando.
Edvard Munch

6 commenti:

  1. Hai ragione.
    Oltre al quadro mi sono piaciute le parole di Munch.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Aldo: anche a me quel pezzo di Munch piace molto. Un abbraccio

      Elimina
  2. La tua poesia è bellissima e, se posso dirlo, inquietante. Fa pensare a un evento drammatico. Spero che esprima solo uno stato d'animo e non l'evento che mi suggeriscono le parole che hai utilizzato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ariano: grazie per l'apprezzamento, mi fa davvero piacere! :) no, l'evento drammatico estremo non si verificato, per fortuna, anche se ci sono stato momenti in cui ho temuto... ma resta l'evento altrettanto drammatico ma non "definitivo" che mi ha ispirato la poesia e le considerazioni sulla roulette russa :(

      Elimina
  3. Risposte
    1. Omino: alludi alle parole di Munch o alle mie? ;)

      Elimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!