giovedì 12 febbraio 2015

Una nevicata da ricordare

Io vivo in Sicilia, a circa 700/800 m slm, sull'Etna.
Le nevicate non sono certo all'ordine del giorno a queste altitudini e, sino a qualche anno fa, erano ancora meno frequenti. Ed erano sempre nevicate stupidine, con la neve che si dissolveva l'indomani mattina.
Lunedì scorso ha nevicato davvero... la neve è rimasta ben due giorni.













martedì 10 febbraio 2015

Il bagnetto, che tortura!

Come lavare un cane di quasi 20 kg non collaborante in una piccola pila in lavanderia.

Durante la solita passeggiata nel terreno familiare, mi sono accorta che il pelo nero e lucido della schiena di Polly appariva striato di qualcosa di marroncino.
Sapevo già cosa fosse e l'odorato mi ha dato ragione. Poco dopo, mi sono accorta che l'intero collo, normalmente ricoperto da morbido pelo bianco, era purtroppo colorato di marrone. Anche in quel caso, l'olfatto non mi ha smentito.
Dopo aver tentato di pulirla con salviettine imbevute e asciugamani bagnati con acqua, ancora prima di rientrare a casa, è stato chiaro come il sole che avrei dovuto farle il bagno.

Arrivata a casa, mi sono portata la puzzosa non collaborante giù in lavanderia, me la sono presa di peso e l'ho messa nella piccola pila (nella quale ci entra a stento), legata con il guinzaglio al rubinetto.
Non sono molti 20 kg, ma quando devi cercare di fare il bagno a un cane di 20 kg, esagitato di suo, che si dimena come una trottola perché entrare nella pila non è uno dei suoi desideri e che, dentro la pila, ti sovrasta di almeno 50 cm in altezza... beh... sembrano 50 kg!
Comunque sia, ce l'abbiamo fatta, tutto sommato senza troppe complicazioni, eccetto il lago per terra in lavanderia e l'intero pavimento del bagno, dove ho tentato (e fallito) l'asciugatura, ricoperto di peli neri.
Ovviamente, poi, ho lavato anche Pillo e quel piccolino tranquillo nella pila, in confronto a lei, sembrava davvero un topolino.


A proposito di bagnetto, vorrei anche dare un taglio di utilità a questo post, parlando della frequenza del bagno ai cani, domanda che mi sono posta subito, appena Pillo ha messo piede in casa, il 19/2/2013.
Ho parlato spesso con tante persone, tutte "autorevoli" (veterinari ed educatori), ricevendo risposte completamente diverse... da "il cane non si lava mai!" al "il cane va assolutamente lavato!".
Io, che sono sempre, in linea di massima, contro gli estremismi... ho deciso da me e i cani li lavo, ogni due mesi circa.
Non troppo spesso, dicono, perché il cane possiede uno strato protettivo naturale della pelle e, lavandolo, questo strato si altera, costringendo la pelle a ricrearlo. E questa rigenerazione può portare cattivi odori. Pillo non ha mai fatto cattivo odore, Polly invece, proprio dopo l'ultimo bagno, sì. Probabilmente si tratta proprio della rigenerazione dello strato protettivo, perché adesso, dopo circa una settimana o poco più, mi pare che l'odore stia andando via.