lunedì 29 febbraio 2016

Leonardo DiCaprio, Oscar's acceptance speech

Ammiro molto Leonardo DiCaprio, non solo perché trovo che sia un bravissimo attore, ma lo ammiro per il suo impegno per l'ambiente. Leo utilizza, infatti, i suoi social per far conoscere delle tematiche che sarebbero quasi sconosciute a molti. 
E il fatto che, dopo i dovuti ringraziamenti, abbia utilizzato anche il palco degli Oscar per dire qualcosa di utile per la collettività, mi è piaciuto molto. Anche se mi chiedo quanti di quelli che lo hanno applaudito condividano davvero quello che ha detto, o meglio, siano disposti a fare qualcosa davvero.




Making The Revenant was about man's relationship with the natural world, a world that we collectively felt in 2015 was the hottest year in recorded history. Our production team needed to go to the southern tip of this planet just to be able to find snow; climate change is real, and it's happening right now. It is the most urgent threat facing our entire species and we need to work collectively together and stop procrastinating. We need to support leaders around the world who do not speak for the big polluters or the big corporations, but who speak for all of humanity, for the indigenous people of the world, for the billions and billions of underprivileged people who will be most affected by this, for our children's children and for all the people out there whose voices have been drowned out by the politics of greed. Let us not take this planet for granted; I do not take tonight for granted.


Realizzare The Revenant ha riguardato la relazione tra l'uomo e il mondo della natura, un mondo che abbiamo tutti percepito nel 2015 come l'anno più caldo della storia. La produzione ha dovuto spostarsi all'estremo Sud per riuscire a trovare la neve. Il cambiamente climatico è reale e sta accadendo ora. È la più urgente minaccia che la nostra specie deve affrontare e dobbiamo lavorare tutti insieme senza procrastinare ulteriormente. Dobbiamo supportare i leader mondiali che non parlanno per conto degli inquinatori e delle grandi corporazioni, ma che parlano per conto dell'umanità, delle popolazioni indigene, dei miliardi e miliardi di persone svantaggiate che subiranno maggiormente tutto questo, per i figli dei nostri figli e per tutti coloro le cui voci sono state soffocate dall'avidità della politica. Non diamo per scontato il nostro pianeta, io non do per scontata questa serata.


5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Prego per essere passato da qui, anzi "You Are Welcome", visto che si parla di Di Caprio! Scherzi a parte, chissà perché io ero convintissimo che un altro oscar lo avesse già vinto con Titanic! Se lo sarebbe meritato anche in quell'occasione! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you very much for stopping by, since we're talking about DiCaprio ;)
      Secondo me l'Oscar lo meritava già da tempo e forse più di uno...

      Elimina

Grazie per essere passato/a da qui!
Thanks for stopping by!